La Spagna è il maggior produttore mondiale di olio extravergine d’oliva. A dimostrarlo, ben 27 Denominazioni di Origine, che si trovano per la maggior parte in Andalusia (12) e in Catalogna (5). Consigliamo vivamente di visitare queste regioni per assaporare il loro ottimo olio direttamente nel territorio di origine, oggi è il turno della Catalogna!

Barcellona

Gettonatissima come meta turistica, Barcellona non poteva mancare in quest’elenco. E come dar torto ai turisti? Ci sono così tante meraviglie da vedere in questa città, indissolubilmente legata alla figura del geniale ed anticonformista architetto Antoni Gaudí: la Sagrada Familia, la Pedrera, il Parc Guell, Casa Batlló… Ma Barcellona non è “solo” questo: è anche sede del Museo Picasso e della Fondazione Joan Miró; è anche mare, Paella Catalana (e pesce in generale!), nonché ambientazione del bestseller “L’Ombra del Vento”! E se tutte le motivazioni precedenti non vi bastano ma avete amato il libro, allora dovete per forza visitarla. E per chi ha intenzione di fare un giro generale della Spagna, c’è il treno che da Barcellona porta a Madrid in 2 ore e mezza.

Girona

Girona è l’ultima provincia della Catalogna prima del confine con la Francia, il che ha fatto di questa città un crocevia di culture diverse. Gli Iberici, i Romani, i Visigoti, gli Arabi… tutti sono passati da qui. Una leggenda narra che durante l’assedio della città da parte del sovrano francese Filippo II l’Ardito (1285), quando le truppe francesi occuparono la collegiata di San Feliu (sede delle spoglie di Sant Narcís, patrono della città) migliaia di mosche iniziarono a pizzicare i soldati nemici che furono costretti ad abbandonare la città, per poi ammalarsi e morire. Il centro storico di Girona è circondato dall’immensa cinta muraria, percorribile grazie alla passeggiata archeologica da cui si può godere della vista di tutta la città. Molto caratteristiche le pittoresche “Casas Penjades”: case dai colori pastello inizialmente abitate da pescatori e a ridosso del fiume Onyar, da qui il nome “Penjades”, cioè pendenti sull’acqua. Infine, tra i ponti che attraversano il fiume Onyar, il più importante è il Ponte Eiffel, in ferro dipinto di rosso, ideato dallo stesso ingegnere della celeberrima “Tour” di Parigi.

Lleida

Lleida in catalano, Lérida in castigliano, è il terzo capoluogo di provincia della Catalogna per popolazione. La cattedrale in stile gotico “Seu Vella” è il simbolo della città, nonché la sua attrazione principale. È seguita immediatamente dalla Fontana della sirena, situata all’interno del “Parc dels Camps Elisis”. Inizialmente raffigurante una ninfa, fu rimossa e sostituita nel 1982 a causa del suo deterioramento. Un altro importante spazio verde è il “River Park”, proprio a ridosso del fiume Segre. Gli appassionati di jazz, in particolare, non possono non visitare questa città a novembre, quando diventa sede del “Lleida International Jazz Festival”.